Ultima modifica: 22 novembre 2017
IISS Galileo Ferraris Taranto > News > Il Ferraris alle Giornate di Formazione degli Avvocati presso Giurisprudenza a Taranto

Il Ferraris alle Giornate di Formazione degli Avvocati presso Giurisprudenza a Taranto

Sabato 18 novembre us le classi 5BC, 5AL, 5BL, 5CL, 4DL del liceo Ferraris con liceo classico Quinto Ennio hanno partecipato alle Giornate di Formazione degli Avvocati, organizzate dall’Ordine degli Avvocati di Taranto in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Brindisi, dall’Ordine degli Avvocati di Matera e dall’Ordine degli Avvocati di Castrovillari nell’ambito del progetto di formazione e orientamento innovativo, previsto dal protocollo d’intesa in materia di AS-L tra l’Ordine degli Avvocati di Taranto e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, e dal Piano dell’Offerta Formativa del nostro Liceo,

Nell’ambito del convegno verrà presentato il progetto triennale AS-L siglato tra l’Ordine degli Avvocati di Taranto e l’USR Puglia nell’ottica dell’educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva, progetto che vede il liceo Ferraris-Quinto Ennio come scuola capofila e nella commissione tecnico-scientifica.

Sono intervenuti il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, avv. Di Maggio, il dirigente scolastico prof. Dalbosco, la referente AS-L  del Ferraris-Quinto Ennio prof.ssa Patrizia D’Elia e la referente AS-L per l’Ordine degli Avvocati di Taranto avv. Angela Mazzia alla presenza dei referenti scolastici proff. Caputo e Russo e dei tuor scolastici proff. Cucci. Ricci. Guastamacchia e Mazzia.

In particolare, l’avv. Mazzia ha sottolineato comei ragazzi delle scuole aderenti al progetto abbiano avuto modo di conoscere l’ambito forense frequentando quotidianamente il tribunale e assistendo occasionalmente a dei veri e propri processi civili, comprendendo le giuste modalità di approccio con professionisti, imparando ad aderire alle dovute formalità, come il rispetto degli orari, cosa che può apparire anche banale, e il rispetto dei documenti sensibili, conducendo gli incarichi in maniera umile e rigorosa.

Il Dirigente Scolastico del Ferraris – Quinto Ennio  , dott. prof. Marco Dalbosco, ha evidenziato come l’alternanza, tanto biasimata su scala nazionale, nella piccola realtà dell’istituto da lui diretto è stata del tutto trasformata e letteralmente calata sugli alunni, nel senso che è stata frutto di un’idea forgiata sapientemente non solo per accorciare la distanza fra i ragazzi e lo sconosciuto mondo del lavoro ma anche per trovare un ambito il più possibile vicino agli studi liceali, cosa non affatto facile.

È stato presentato il percorso formativo AS-L (dal titolo “Guida Giuridica dello Studente”, un vademecum dei diritti e dei doveri degli studenti: il testo elaborato dall’Ordine degli Avvocati di Taranto sulla base di un questionario prodotto dagli studenti delle scuole aderenti al progetto verrà tradotto dagli alunni del liceo linguistico Ferraris in francese (5AL), spagnolo (5BL), tedesco (5CL) e cinese (4DL), per consentire l’integrazione delle minoranze linguistiche nell’ottica dell’educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva.

La Guida verrà presentata al territorio durante un evento organizzato dall’Ordine degli avvocati di Taranto e ne seguirà la relativa pubblicazione.

Al termine degli interventi la classe 5BC del liceo classico Quinto Ennio dell’IISS Ferraris ha presentato il percorso AS-L as 2016-17  “Una storia per la storia” realizzato in collaborazione con l’Archivio di Stato di Taranto e con  l’Ordine degli Avvocati di Taranto, un percorso che  permettesse di rimanere a contatto con il nostro territorio, con la sua storia, con le radici, scoprendo il passato di una città che gli alunni potessero riuscire a sentire più loro, indagando sull’urbanistica, sul modo di vivere e su interessanti curiosità, come i canti popolari e le usanze dei primi anni del ‘900.

Durante l’anno scolastico 2016/2017 attraverso un lavoro di ricerca presso l’Archivio di Stato gli alunni della 5BC della liceo classico sono stati in grado di stendere una pubblicazione ufficiale che descrivesse nelle sue varie sfaccettature un fenomeno giudiziario, analizzato e raccontato durante il convegno tenutosi l’8 giugno 2017 presso il polo ionico Dell’Università di Bari, intitolato Una storia per la Storia, appunto a voler sottolineare l’esemplarità di questo processo.

Si tratta brevemente della storia di una giovane donna, sottoposta, subito dopo essersi sposata, alle violenze del marito e della suocera, che non cessano di ferirla e annientarla nemmeno durante la sua gravidanza, facendola crollare in una tale umiliazione che la porta a ritirare la denuncia precedentemente esposta per rendersi giustizia, una giustizia che non potrà mai essere rivendicata nei confronti dei suoi usurpatori, ma che può essere uno spunto di riflessione, un esempio da confrontare con quanto sentiamo accadere ogni giorno, con quanto ci accade personalmente ogni giorno.

 




Link vai su